Tutti quanti abbiamo sempre desiderato di avere un bel prato verde da accarezzare nel nostro giardino, ben curato e in salute.

Se vogliamo realizzarne uno dobbiamo scegliere attentamente i semi per prato, ognuno ha caratteristiche diverse come la crescita, la sua capacità di adattarsi al terreno, il clima di cui ha bisogno, la consistenza e di quanta cura ha bisogno ma anche di quanto tempo possiamo dedicargli pure noi.

Nella realizzazione del progetto del nostro tappeto verde dobbiamo ricordarci di quanto sia importante l’irrigazione, un impianto idrico interrato con irrigatori a scomparsa posizionati nei punti giusti sono molto importanti.

Per avere dei prati belli e resistenti dobbiamo innanzitutto avere acquistato un seme di qualità, ma tante condizioni ambientali possono limitare la germinazione e creare vari problemi come dei ritardi nell’insediamento e della chiusura del nostro tappeto verde.

Come scegliere i semi?

Dobbiamo scegliere i semi a seconda di tre elementi fondamentali: il clima della nostra zona, per cosa lo utilizzeremo, la sua esposizione al sole ma anche in base alla nostra esperienza, ci sono semi facili da gestire alla portata di tutti e altri più impegnativi dove vengono utilizzati dei procedimenti più complessi e quindi più difficili da utilizzare.

Le miscele di semi solitamente hanno un etichetta che indica la varietà di ciascuna specie di erba inclusa.

Dividiamo per categorie:

  • I sementi economici, i semi più famosi per la loro facilità nell’essere utilizzati anche dai principianti e per la sua resistenza.
  • I sementi evoluti, ideate per chi ha il pollice verde e ha la passione della cura del prato, quindi può dedicarli tempo.
  • I sementi professionali, consigliati per esperti e professionisti nel settore poiché necessita di vari trattamenti più complessi.

Consigliamo sempre di acquistare da rivenditori seri come fortestivo.it, le sementi devono essere fresche se non vogliamo avere brutte sorprese dopo.

Una volta scelto il prodotto più adatto a noi e alle nostre esigenze, dobbiamo preparare il terreno per poterlo seminare con le miscele.

Le miscele

  • Miscela di semi macro terme, composta soprattutto da gramigna, è molto resistente al caldo e non ha bisogno di molta acqua e manutenzione.
  • Miscela di semi microterme, con questo riusciamo a formare un prato verde e tanto soffice, resiste al freddo e alle basse temperature infatti è consigliato per le zone del nord. Altrimenti nelle temperature calde ha bisogno di molta acqua e tende ad essere più delicato.
  • Semi di Dicondra, formato da una pianta che si presenta con una foglia larga capace di formare grandi tappeti morbidi gradevoli anche alla vista e resistenti al calpestamento. Viene irrigato con poca frequenza a meno che non sia esposto al sole poiché la Dichondra soffre il caldo intenso e tende ad appiattirla.
  • Prato di Gramignone, è un tappeto non estetico per valorizzare ma è ideale per le zone del sud visto che resiste alle alte temperature di questa zona, mantiene un bel colorito verde e va irrigato frequentemente. Invece essendo abbastanza sensibile al freddo tende ad ingiallirsi e andando ad una temperatura come i 10 gradi si secca. Questo tipo di prato non viene seminato ma va impiantato attraverso zolle o stolone.
  • Sementi da mix di Loietti, ideale per impianti sportivi, campi da calcio, campi da tennis e golf. È un tappeto erboso verde importante, la sua resistenza è molto alta. Viene realizzata da esperti nel settore visto che i suoi miscugli sono prodotti professionali.
Post Simili